Praticità, solidità e possibilità di personalizzazione: il cemento entra nelle nostre case come oggetto di design.

Parliamo un po’ di lui

Il cemento era conosciuto già ai tempi di Assiri, Egizi e Greci e impiegato nella realizzazione di opere edili. Gli antichi Romani furono il popolo che ne fece più uso: strade, opere murarie e grandi costruzioni tutte arrivate a noi davvero in buono stato. Questo materiale viene inoltre indicato anche da Vitruvio nel suo De Architettura.

Il cemento è un materiale molto versatile: è infatti alla base di molte miscele da costruzione. Un esempio ne è la malta, ottenuta con l’aggiunta di sabbia. Usato come legante, invece, crea insieme ad acqua, ghiaia e sabbia, il calcestruzzo. A seconda dell’elemento strutturale da realizzare con questo materiale da costruzione, posso poi essere aggiunti additivi e minerali alle componenti che abbiamo appena citato al fine di conferirgli determinate caratteristiche fisiche.

Cemento e design

Tutti lo conosciamo come materiale grezzo da costruzione, ma negli ultimi anni si sta facendo sempre più largo anche all’interno delle abitazioni private.

Uno dei grandi vantaggi di questo materiale è la possibilità di personalizzazione. Può essere modellato in svariati modi e formati differenti a seconda delle esigenze, risultando essere perfetto anche per la realizzazione di complementi d’arredo. Anche la solidità e la praticità sono molto importanti per rendere comoda la nostra vita in casa.  Inoltre, una qualità affascinante del cemento è la sua particolare texture al tatto: polverosa e matericamente imperfetta. Possiamo considerarlo un elemento neutro all’interno dell’abitazione per via del colore, ma assolutamente con grande carattere per quanto riguarda tutto il resto.

Al giorno d’oggi esistono veramente moltissimi oggetti e complementi d’arredo in cemento: vasi, portapenne, lampade, tavoli, sedie… Sicuramente possono essere un tocco di particolarità all’interno della tua casa!

Molto spesso, questo materiale viene affiancato da altri per creare contrasti stimolanti. Possiamo parlare, ad esempio, di vetro, acciaio o legno. Il cambio di texture tra una superficie e l’altra è sempre uno spunto sensoriale interessante. È curioso notare come, nonostante il peso specifico del materiale sia importante, gli oggetti realizzati in cemento sembrino leggeri!

Altro modo in cui è molto utilizzato il cemento è per il top delle cucine. Molto pratico e facile da pulire, si rivela un alleato perfetto per chi ama ordine e pulizia. Prova ad abbinarlo a mobili in legno: avrai una cucina dai toni naturali ma dalla grande personalità.

Anche a pavimento e a parete il cemento sta avendo molto successo. Si posiziona come rivestimento neutro e funzionale, adatto a tutte le metrature. Per questi rivestimenti vengono utilizzati anche i cementi resina, scelti per il loro spessore contenuto (che va da 1 a 3 mm) e per l’alta resistenza.

Il cemento si adatta molto bene allo stile industriale molto in voga in questi ultimi anni, ma è un materiale estremamente versatile. Puoi pensare di usarlo anche in un ambiente elegante, minimal, moderno, eclettico, country…