Cos’è il decking

Il termine deck in inglese significa letteralmente “ponte” e in effetti potremmo leggere il decking come una sorta di ideale ponte tra l’ambiente interno e quello esterno. Perfetto per creare continuità con il parquet che c’è dentro casa, questa speciale pavimentazione è caratterizzata principalmente da un’alta resistenza agli agenti atmosferici che la rendono perfetta per la valorizzazione degli ambienti esterni. Caratteristica di un buon decking è, inoltre, quella di essere facile da pulire e garantire la massima igiene, per preservare la salute di tutta la famiglia, soprattutto dei più piccoli. Elegante, ricco di stile, accogliente e della spiccata evocazione naturalistica. Il legno per le finiture dei pavimenti (anche esterni) è un materiale prestigioso e apprezzato, dal design sempre attuale.

Dove si posa il decking

Il decking (anche detto parquet per esterni) è un tipo di pavimentazione in legno che può essere utilizzato per terrazzi, giardini, bordi piscine, gazebi, passerelle e camminamenti. Essendo costantemente soggetto alle intemperie, non può avere i classici requisiti di un parquet per la casa. Per poter essere posato all’esterno, questo tipo di pavimentazione deve rispettare determinati canoni. Deve ad esempio avere uno spessore opportuno (solitamente 2cm) ed essere fatto di una specie lignea resistente, come il teak.

I listoni possono essere sia lisci che zigrinati. Se scegliete la lavorazione liscia, con un trattamento idoneo riuscirete comunque ad avere una pavimentazione sicura e antiscivolo. Consigliamo inoltre la levigatura: permetterà il perfetto allineamento dei listoni ed eviterà la comparsa di schegge.

Per la sua semplicità di posa il decking è un pavimento che può essere installato su diverse superfici: massetto cementizio, pavimentazione già esistente, guaina bituminosa, sabbia, ghiaia o direttamente sul terreno. Ognuna di queste soluzioni necessita di uno specifico sistema di posa. Il nostro consiglio è di valutare bene con il fornitore la superficie su cui verrà posato, in modo da garantire la stabilità dei listoni con minimi movimenti al calpestio, una corretta dilatazione termica e un miglior deflusso dell’acqua.

Come si posa

La posa avviene costruendo una struttura a reticolo che permette le messa in opera a secco. I magatelli della sottostruttura sono solitamente in legno massello della stessa essenza del decking o in alluminio. Successivamente su questa struttura vengono fissati i listoni con viti o speciali clip in metallo che bloccano definitivamente il pavimento. Molto importante è che il pavimento finale abbia una determinata pendenza al fine di evitare il ristagno delle acque piovane.

Tipologie di decking

I tipi di decking più comuni in commercio sono essenzialmente due:

  • i listoni, di lunghezze e larghezze variabili, adatti a rivestire rapidamente ampie superfici e ottimi per ambienti dalle metrature irregolari, bordi piscina, giardini e grandi superifici.
  • le mattonelle (o quadrotte), ideali per pavimentare terrazzi o spazi di forme regolari come gazebi, patii e ampie zone.

Starà naturalmente al vostro gusto personale, insieme ai consigli di un esperto, scegliere lo schema di posa del vostro dehor. Cosa preferite? Listoni o mosaico di quadrotte?

Tempi di realizzazione

Il sistema di montaggio del decking è abbastanza rapido. La parte più complessa e dispendiosa in termini di tempo è la progettazione: la scelta del materiale, dello schema di posa, la valutazione della pendenza per lo scarico dell’acqua… Una volta determinati questi aspetti, installare il tuo parquet per esterni sarà un gioco da ragazzi!

Vuoi dare nuova vita al tuo dehor e desideri maggiori informazioni sul decking? Compila il form sottostante o invia un messaggio whatsapp al numero 3483852400 e ti sapremo consigliare!

    Dichiaro di aver letto l’Informativa sulla privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali per la gestione della mia richiesta ai sensi del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati n. 679/2016