Skip to main content
Pavimenti Braga - Il Blog nel settore delle Pavimentazioni in Legno.

Ossidazione: come la nostra pelle, anche il legno si “abbronza”

Vivi nella tua casa ormai da qualche anno e hai deciso di rivoluzionare il salotto. E’ giunto il momento di spostare il tappeto… Sorpresa! La porzione di pavimento in legno sotto al tappeto è più chiara di quella che era scoperta. Il fenomeno a cui stai assistendo si chiama ossidazione.

E ora? Non vederlo come un problema e non allarmarti, non è niente di irreparabile!

Cos’è successo?

Non ti preoccupare, è del tutto normale. Il legno è un materiale vivo e, a contatto con il sole, si “abbronza” proprio come succede alla nostra pelle. Lui però è più fortunato: non perderà la tintarella in inverno… Abbronzato tutto l’anno!

Com’è possibile? I raggi UV del sole reagiscono con le componenti fotosensibili del legno, che cambia colore. Proprio come fossero una sorta di melanina del legno. Questo processo di cambiamento cromatico del legno (l’ossidazione) avviene molto lentamente, in modo impercettibile per chi lo vede tutti i giorni. Il cambio di tonalità non è drastico. Generalmente il tuo pavimento tenderà a scurirsi un po’ rispetto al momento della posa. Un’eccezione è il teak. Questo particolare tipo di legno tende infatti ad assumere sfumature più chiare.

Il processo di ossidazione del legno ha inizio qualche mese dopo la posa e dura per tutta la vita del tuo pavimento.

Ossidazione e trucchi

Alcuni legni, a contatto con il sole, cambiano colore in modo più evidente rispetto ad altri. Ad esempio, le specie lignee cosiddette esotiche (come iroko o doussiè) sono più inclini all’ossidazione. Il colore finale varierà di alcuni toni rispetto a quello iniziale.

doussiè
Esempio di un doussiè appena posato (a sinistra) e dopo qualche mese con relativa ossidazione (a destra)

Disponendo di un ambiente parecchio esposto alla luce del sole, il nostro consiglio è quello di optare per essenze poco reattive ai raggi solari, che vanno incontro ad ossidazione più difficilmente. Una valida opzione è il rovere, legno molto usato per i rivestimenti a pavimento in questo momento.

Vuoi evitare che il tuo pavimento sia di due colori diversi? Ti consigliamo di aspettare qualche mese dopo la posa prima di stendere tappeti o installare mobili che potresti un giorno spostare. Il processo di ossidazione, come abbiamo detto, inizia qualche mese dopo la posa ed è il momento in cui avviene il cambiamento più significativo.

Se hai dovuto spostare qualche mobile e adesso vedi delle discromie, non temere. Il tempo sarà tuo alleato: basteranno alcuni mesi per fare in modo che il tuo pavimento torni di un colore omogeneo.

Un altro consiglio che ti diamo è quello di rivolgerti sempre a dei professionisti per la scelta del tuo parquet. Loro sapranno dirti come cambierà la tonalità del legno per evitare di avere sorprese spiacevoli dopo qualche tempo. L’ossidazione del pavimento influirà sugli abbinamenti dell’arredo e sarà quindi un grande aiuto avere un’idea del colore finale del proprio pavimento in legno.

living con il pavimento in legno
Un esempio di living senza tappeto

Desideri avere maggiori informazioni sull’ossidazione del parquet? Compila il form qui sotto o manda un WhatsApp al numero 3483852400



Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi saperne di più contattaci!

www.pavimentibraga.it - Tel. 0321.777940 - Email: info@pavimentibraga.it